HOME  PAGE

RIMEDI
NATURALI


MACA

FUNGHI

GUARIRE DAL CANCRO.....




SHIITAKE




Reishi




MAITAKE




SHIITAKE


RIMEDI  NATURALI

Esistono tanti rimedi naturali , tutti validi.

 Alcuni  rimedi  meritano LA NOSTRA ATTENZIONE

Shiitake , Maitake , Reishi e Chaga .


L'esperto risponde
cell. 3463167752

Funghi (energia yin)  

I funghi non operano come farmaci e/o medicamenti che combattono i sintomi di una malattia ma la loro funzione principale è quella di ristabilire il sano equilibrio dell'organismo malato attraverso l'azione profilattica mantenendo costante la forma fisica.

Ma come agiscono i funghi salutari? Questi funghi operano attraverso il principio omeostatico (mantenendo l'omeostasi-fisiologico) ripristinando così l'equilibrio dei nostri corpi (per esempio, l'equilibrio di minerali, enzimi, ormoni, acqua, elettroliti o celle immuni) e la naturale resistenza alla malattia. Hanno un effetto regolatore e quindi sono in grado di abbassare la pressione sanguigna in persone con ipertensione o aumentarla nei casi di ipotensione. Lo stesso dicasi per la psiche, la digestione, il colesterolo, allergie, cancro... Questo spiega l'uso molteplice dei funghi vitali nelle diverse patologie!

Anche in Europa questi straordinari funghi sono noti e apprezzati da diversi secoli. Il più famoso estimatore di tutti i tempi fu Ötzi, addosso al quale è stato ritrovato il reishi, fungo adatto a diverse applicazioni. Questi "miracoli della natura" sono riusciti ad arrivare nell'era moderna? Purtroppo la medicina in Europa è in oblio. E solo negli anni scorsi, grazie all'interesse incalzante della medicina naturale, sono stati scoperti i funghi vitali.

IL re dei rimedi naturali è il fungo shiitake:

 Shiitake è dotato di straordinarie qualità extra-nutrizionali, oltre a un grande sapore e un discreto apporto calorico dovuto alla quantità di proteine presenti (296 kcal/1238 kJ per 100 gr di prodotto secco). Non a caso appartiene alla tradizione culinaria orientale, che da sempre associa al piacere del palato una funzione curativa del cibo: durante la dinastia Ming fu definito “elisir di lunga vita”.

Ma quali sono le virtù medicinali del fungo Shiitake? Anche se molte culture attribuiscono ai funghi in genere poteri quasi magici (soprattutto psicotropici e allucinogeni), lo Shiitake è da tempo studiato nelle università di tutto il mondo perché alcune sue componenti sono risultate efficaci nel trattamento di alcuni tumori (leucemie e cancro al seno), nella riduzione dei livelli di colesterolo nel sangue, nella stimolazione del sistema immunitario e in particolare contro i virus.

 Sono ormai moltissimi gli studi scientifici che dimostrano ciò che la medicina tradizionale orientale, in particolare quella cinese, conosce da millenni, ovvero che diversi funghi - maitake (Grifola frondosa), shiitake (Lentinus edodes), - hanno importanti proprietà immunostimolanti e permettono quindi di incrementare naturalmente la resistenza alle malattie o di farvi fronte con maggior efficacia.

 Funghi consigliati:

 SHIITAKE

• Nei casi di infezioni virali es. mal di gola, raffreddore, Herpes simplex tipo 1
• quando è necessario aumentare le difese immunitarie
• allergie

• Candida
• malattie cardiovascolari e l'ipertensione
• ipercolesterolemia
• iperglicemia
• dolore
• tonico per fegato e rene in M.T.C.
• eczemi della pelle 
emorroidi

Ricerche e studi

Uno studio di ricerca di Joachim Eder dell'Università Weihenstephan descrive gli effetti rinomati di Shiitake. Ha provato i suoi effetti anti-colesterolo, antivirale e anti-tumore.

Principi Attivi

 Studi sono stati eseguiti per esaminare in che modo l’eritadenina contenuta nello Shiitake abbassa il livello di colesterolo del sangue; accelerando nel fegato, il processo di escrezione del colesterolo, con una efficace diminuzione del colesterolo LDL o “cattivo” nel sangue.  … gli effetti di antivirale già sono stati esaminati negli anni settanta. Le spore di Shiitake e gli estratti che fruttificano sul corpo, incentivarono la resistenza alle infezioni virali sui topi. L’aumento della produzione di interferone interdice la riproduzione di virus... come provato nei topi negli anni settanta, successivamente confermato e riconfermato nell’uomo. La ragione degli effetti di antivirale è da ricercare nell’ RNA di Shiitake; che è stato dimostrato stimolare l’interferone e l'attività immunitaria e interdire così le infezioni virali.

il lentinano un polisaccaride è il costituente attivo più rilevante capace di stimolare il sistema immunitario e produrre effetti anti-tumorali, come risulta diverse ricerche nel mondo In Giappone il lentinano è riconosciuto come farmaco coadiuvante nella cura del cancro allo stomaco.

MAITAKE

Il Maitake è indubbiamente uno dei più interessanti, studiati ed efficaci funghi medicinali, tramandatoci dalla millenaria tradizione della medicina giapponese e che, anche al vaglio dei rigorosi criteri scientifici moderni, ha dimostrato la sua efficacia.

Principali Principi Attivi :

- Beta-Glucani, frazione D e frazione MD;
- Grifon-D

- Frazione D polisaccaride beta-1.6-glucano, ad azione anti tumorale;
- Frazione SX, un beta glucano, regolazione dei livelli glicemici edazione anti diabetica;
- Frazione ES, ad azione anti ipertensiva.
- ergosterolo sotto forma di pro Vitamina D2;
- varie vitamine del gruppo B;
- magnesio;
- calcio;
- potassio;
- acidi grassi insaturi;
- fosfatidilserina;
- vari Fosfolipidi;
- aminoacidi;

Uso Tradizionale

Da sempre stato utilizzato nella medicina tradizionale giapponese ed è anche oggi ritenuto un prezioso ed efficace
tonico ed adattogeno, utile per la sua azione a livello immunitario e metabolico in particolare. 

Possibili indicazioni attuali

sulla base della ricerca scientifica odierna

In Sintesi è caratterizzata da:

- ipertensione arteriosa;

- utile per la sua azione a livello metabolico

- intolleranza al glucosio / iperglicemia / insulinoresistenza;

- diabete di tipo 2

- dislipidemia;


- adiposità androide, viscerale sovrappeso;

- iperuricemia.

- Sindrome Metabolica

- epatoprotettore

- tonico ed adattogeno,

- aiutare a prevenire l'osteoporosi

- utile per la sua azione a livello immunitario

- HIV/AIDS

- coadiuvante per neoplasie

 
Ricerche e studi

In Giappone secondo la tradizione viene usato per le proprietà immunostimolanti e di tonico generale per l’organismo ed inoltre si ritiene abbia un’azione anti ipertensiva ed anche preventiva antitumorale
 Prof Nanba e Prof Kubo della Kobe Pharmaceutical Università in Giappone nel 1984 hanno identificato Frazione D e dopo anni di studi nel 1990 hanno isolato la Frazione MD, che è più pura e che più biodisponibile.

Entrambe queste frazioni stimolano l’attività dei macrofagi a produrre più citochine, che sono i messaggeri che mettono in allarme il sistema immunitario, quando è presente un aggressore.

Questo fungo è molto conosciuto anche in America.  I ricercatori del Dipartimento di Urologia del New York Medical College (Stati Uniti), pubblicato sul British Journal of Urology.

Questi funghi giganti - possono crescere fino a 20 centimetri - sono in grado di ridurre non solo del 75% la crescita delle cellule impazzite nei malati di cancro alla prostata e alla vescica, ma anche di abbassare di due terzi il rischio di sviluppare il cancro al seno. Le proprietà antitumorali del ''fungo danzante'' sono date dalla combinazione di un piccolo estratto dell'ortaggio con gli interferoni (proteine capaci di stimolare il sistema immunitario). Una miscela vincente capace di attivare un enzima che controlla la crescita delle cellule malate e di bloccare la diffusione della malattia.

Reishi

Descrizione

Il centro nazionale di ricerche sul cancro del Giappone analizzò scientificamente il fungo e pubblicò i risultati positivi nel 1980.   Anche negli Stati Uniti sono state pubblicate diverse ricerche scientifiche su questo fungo.
Molti scienziati credono che gli ingredienti attivi del fungo Reishi siano più potenti che quelli di ogni altro fungo.
Il reishi ha mostrato ottime promesse come immuno-stimolante, infatti nessun fungo stimola il sistema immunitario in maniera così efficace.

Questa azione può essere sfruttata anche, come sembra da molte ricerche contro alcuni meccanismi della patologia tumorale, con la possibilità di affiancarsi utilmente alle terapie convenzionali, chirurgiche chemioterapiche o radioterapiche.

Principi Attivi

il reishi contiene un alto livello di polisaccaride di tutti i funghi medicinali noti, soprattutto B-D-glucan;

 Meccanismo d’Azione principali

Aumenta sia il numero di macrofagi e di linee cellulari, sia la produzione di interferone e interleuchine, fattori che giocano un ruolo importante nel Sistema immunitario. 

 Uso Tradizionale:

• E’ efficace nella cura pelle, che tende a preservare tonica e liscia, riducendo le rughe. Questo grazie all’effetto antiossidante a livello delle cellule dell’epidermide. Ha inoltre un effetto anti-edema. Quindi favorisce la salute della pelle, ma è altrettanto utile nelle malattie della pelle, sia di natura infiammatoria, che allergica o autoimmune.

• Possiede un’azione di stimolo sul sistema immunitario, sia attraverso l’attività anti-infiammatoria, sia attraverso l’attività anti-allergica.

• Riducendo la pressione arteriosa, i livelli di glucosio nel sangue, i livelli di colesterolo, e gli effetti dell’arteriosclerosi, aiuta la salute del sistema circolatorio, così importante.

• Riducendo i livelli di glucosio nel sangue, i livelli di colesterolo,

• favorisce il metabolismo e quindi può favorire il dimagrimento.

• Migliora anche lo stato di energia in generale, con il risultato di contrastare stati di esaurimento e di stanchezza cronica.

• Questi meccanismi sostengono e difendono la salute di molti degli organi dell’organismo ed in particolare di : intestino, polmoni, utero e seno, pancreas, prostata, e fegato.

• Epatite cronica.

Possibili indicazioni

sulla base delle conoscenze scientifiche attuali:
 

 pressione arteriosa,

Immuno-deficienza

Anemia,

Acne

Patologie funzionali dell’apparato digestivo,

Patologie funzionali del fegato, coadiuvante nelle Epatite B e C, e nella Cirrosi epatica,

affiancamento alle terapie convenzionali contro alcuni meccanismi della patologia tumorale
azione disintossicante utile di fronte ai pesanti effetti collaterali della chemioterapia

 Principi Attivi e Meccanismo d’Azione

Contiene diversi principi attivi molto utili per la salute:

Così come le frazioni idro- e liposolubili, anche gli enzimi giocano un ruolo importante nell’attività antitumorale dei funghi; gli enzimi, inclusi la Superossido Dismutasi, la glutatione perossidasi e la glutatione catalasi hanno tutti un’importante funzione nel favorire l’attività antiossidante, che si riscontrano in molte situazioni patologiche, ad es. infiammatorie o di mancanza di energia.
 
 

Ricerche e studi

Ricerche condotte in Giappone dimostrarono che il reishi contiene un più elevato contenuto di Beta-Glucani, rispetto a maitake, shiitake .

E’ stato considerato un utile complemento alimentare per la prevenzione del cancro, del diabete, dell’iperlipidemia, dell’arteriosclerosi e dell’epatite cronica.

Un buon numero di alterazioni patologiche, come la degenerazione cellulare senile e cancerogena sono legati agli agenti ossidanti.

Questi sono prodotti da luce solare, raggi ultravioletti, reazioni chimiche, e da

processi metabolici, e risultano tossici per le cellule viventi, poiché ossidano e degradano alcune macromolecole come lipidi e proteine.

Fondamentale per la capacità dell’organismo di resistere agli effetti dannosi degli agenti ossidanti sono alcuni sistemi enzimatici, in primis la Superossido Dismutasi, che catalizzano la distruzione dei radicali liberi, e così proteggono le cellule che metabolizzano l’ossigeno dall’attacco di detti radicali.

Diversi ricercatori hanno dimostrato che la Superossido Dismutasi è coinvolta in patologie quali il Parkinson, il cancro e l’anemia.

AD OGNI MODO CREDO CHE MERITANO LA NOSTRA ATTENZIONE

GUARIRE DAL CANCRO......

Inoltre vi segnalo  due integratori importanti

Fermenti:

Lactobacillus Acidophilus: antibiotico , ricostruisce la  flora batterica
genere yang molto stabile
Bifidobacterium Bifidus
: fermento molto volatile , genere yin , indicato
per chi soffre di stitichezza.
Indispensabili  purtroppo, gli additivi chimici, i conservanti e i
 coloranti ecc..ecc.. , che si trovano negli alimenti e nell'acqua, distruggono
la flora batterica , pertanto se vogliamo ricostruirla  o facciamo
un vita interamente naturale ( biologica ) o integriamo dei
buoni fermenti.
(Anche i prodotti fermentati vanno bene , come il miso)

Fungo Chaga Inonotus Obliguus clicca qui

INIZIO PAGINA